Olio di Ricino

L’olio di Ricino, ottenuto dai semi della pianta di Ricinus Communis tramite spremitura a freddo, si rivela un elisir versatile ed efficace per la cura della pelle e dei capelli. Con la sua consistenza untuosa e le sue proprietà uniche, questo olio è in grado di apportare elasticità, nutrimento e forza alla cute, alle unghie e alle chiome sfibrate e indebolite. Grazie al contenuto di acido ricinoleico, vitamina E, Omega 6 e 9, offre benefici eccezionali. Sperimenta una pelle luminosa e capelli forti e vigorosi con questo magnifico rimedio naturale.

Nome botanico: Ricinus Communis

 

 srcset=

 

Proprietà dell’Olio di Ricino

  • Nutriente, grazie al contenuto di acido oleico e acido ricinoleico che rivitalizzano la pelle
  • Rigenerante, favorisce il ricambio cellulare e ripristina la salute della pelle danneggiata
  • Idratante, dona idratazione profonda alla pelle contrastando la secchezza cutanea
  • Emolliente, conferisce morbidezza ed elasticità alla pelle disidratata
  • Antisettico, lenisce le irritazioni e allevia i pruriti
  • Purificante, riduce la proliferazione batterica
  • Cicatrizzante, rigenera i tessuti e migliora le condizioni della pelle colpita da acne, ulcere o ferite
  • Antiossidante protegge la pelle dall’invecchiamento cutaneo

Inoltre…

  • Stimola la crescita dei capelli e li rinforza
  • Rivitalizza i capelli fragili e contrasta la formazione di doppie punte
  • Rinforza le unghie deboli e rovinate

 

Quando e come utilizzare l’olio di Ricino

Grazie alle proprietà appena descritte, l’olio di Ricino si rivela di grande aiuto in caso di:

  • Pelle secca, irritata e screpolata
  • Pelle affetta da rughe, smagliature e cicatrici
  • Pelle arrossata, infiammata o affetta da scottature solari
  • Calli, duroni e ispessimenti cutanei
  • Unghie fragili e danneggiate
  • Capelli secchi, deboli e sfibrati
  • Eccessiva perdita di capelli, forfora, secchezza cutanea

Ecco alcuni consigli per utilizzare al meglio quest’olio:

Pelle disidratata, secca o screpolata: Per una pelle luminosa e idratata, aggiungi qualche goccia di olio di Ricino ad una crema idratante o uniscilo ad altri oli come l’olio di Albicocca, di Argan o di Mandorle dolci per creare una miscela più leggera e facile da stendere. Puoi anche utilizzarlo puro sulla pelle umida dopo la doccia per un trattamento elasticizzante e idratante.

In caso di rughe, smagliature o cicatrici: Se ti stai chiedendo come usare l’olio di Ricino per le rughe, la risposta è semplicissima. Usalo puro, applicandone qualche goccia sulle zone interessate prima di andare a dormire e massaggiando fino al completo assorbimento. Lo stesso metodo è efficace sulle zone colpite da smagliature o cicatrici.

Pelle arrossata o irritata dal sole: Crea una miscela di olio di Ricino e olio di Cocco (in assenza di quest’ultimo puoi usare un qualsiasi altro olio lenitivo) e usala dopo la doccia sulla pelle asciutta o ancora umida come un comune doposole.

In caso di calli, duroni e ispessimenti cutanei: Prima di andare a dormire, applica qualche goccia di olio di Ricino sulla zona interessata ed effettua un lungo massaggio fino al completo assorbimento. Per essere efficace, questo trattamento deve essere ripetuto tutte le sere.

In caso di unghie fragili, danneggiate o che si spezzano facilmente: crea una miscela unendo un cucchiaino da caffè di olio di Oliva, un cucchiaio di olio di Ricino e circa 3 gocce di olio essenziale di limone. Mescola bene gli oli e versa il liquido ottenuto in un barattolino pulito e perfettamente asciutto. Massaggia la soluzione sulle unghie tutte le sere prima di andare a dormire.

Capelli secchi e sfibrati, doppie punte: Effettua un impacco stendendo sui capelli umidi una miscela di olio di Ricino, olio di Cocco e olio di Argan o di Mandorle dolci. Lascia agire la miscela per almeno un’ora e procedi con un normale lavaggio. Puoi aggiungere alla lozione qualche goccia di olio essenziale di rosmarino, di pompelmo o di salvia per renderla più performante. La stessa miscela, massaggiata sul cuoio capelluto, contrasta la forfora e la secchezza cutanea favorendo la circolazione sanguigna e lenendo eventuali pruriti.

Dati Tecnici

INCI: Ricinus Communis Seed Oil

Processo di Estrazione: Spremitura a freddo dei semi di Ricino

Maggiori Componenti: Acido oleico, acido ricinoleico, acido linoleico (Omega 6), acido stearico

Densità e Consistenza: Olio viscoso molto denso

Colore: Giallo tenue

Conservabilità: Buona, grazie all’elevata concentrazione di vitamina E. Si consiglia la conservazione in un ambiente asciutto e al riparo da fonti di luce e calore.

Note: L’olio di Ricino può risultare aggressivo a contatto con gli occhi. Per questa ragione non vengono qui citati gli utilizzi, ormai comuni, su ciglia e sopracciglia. L’olio di Ricino è generalmente sicuro per l’uso esterno. Evitare in caso di allergie cutanee. Consultare un professionista in caso di reazioni avverse.

Potete trovare tutte le specifiche tecniche dei maggiori oli cosmetici nella scheda PDF Caratteristiche Oli Cosmetici.

 

Potete trovare tutte le specifiche tecniche dei maggiori oli cosmetici scaricando la scheda PDF Caratteristiche Oli Cosmetici.