Repellenti naturali fai da te e alimenti antizanzare

 

L’estate è alle porte? Non facciamoci trovare impreparati! Ad aver voglia di uscire non siamo infatti solo noi: qualcun altro si sta preparando per tenerci compagnia durante le calde giornate estive. Parliamo delle zanzare, le amiche che non invitiamo mai alle nostre serate ma che puntualmente arrivano prima di noi e ci aspettano, svolazzando felici, impazienti di vederci.

 

 

I migliori rimedi naturali per allontanare le zanzare

 

Un valido aiuto nella lotta alle zanzare ci è offerto dagli oli essenziali, che consentono di creare un repellente naturale e sicuro in pochissimo tempo. I migliori oli essenziali contro le zanzare sono quelli di Citronella, Eucalipto, Eucalipto Citriodora, Geranio, Lavanda, Lemongrass, Menta Piperita, Melissa, Timo, Tea Tree e Nepeta Cataria (erba gatta). Per trarre i migliori vantaggi dalla loro azione è necessario acquistare solo oli essenziali puri e biologici. Tuttavia, va ricordato che l’utilizzo degli stessi è sconsigliato sui bambini al di sotto dei tre anni e in caso di gravidanza.

Gli oli essenziali appena elencati risultano efficaci nella lotta alle zanzare grazie alla loro specifica composizione. Al loro interno giocano un ruolo importante, ad esempio, componenti quali il citronellolo e il geraniolo dalla comprovata azione repellente o il nepetalattone, una delle sostanze contenute nell’olio essenziale di Nepeta Cataria, che si rivela dieci volte più efficace del Deet (dietil-m-toluamide), l’elemento chimico comunemente impiegato nella realizzazione dei repellenti in vendita. Per evitare le fastidiose punture di zanzare sulla pelle, possiamo servirci quindi degli oli essenziali appena citati più qualche altro utile ingrediente. In pochissimo tempo riusciremo a creare un prodotto antizanzare efficace e sicuro.

Ma veniamo al dunque: come fare un repellente naturale? Per la realizzazione del nostro prodotto possiamo seguire diversi metodi. Quello più semplice ci permette di realizzare in pochi secondi uno spray antizanzare. Per prima cosa, scegliamo dalla lista degli oli essenziali repellenti quelli che desideriamo includere nella formula. Possiamo selezionarli in base alle loro proprietà. Gli oli essenziali sono infatti versatili e le loro diverse caratteristiche ci permettono di risolvere altre piccole problematiche quotidiane. Ciascuno degli oli inclusi nella lista, oltre al potere repellente, svolge infatti diverse azioni benefiche per la nostra salute.

Per saperne di più sulle proprietà e gli utilizzi degli oli essenziali, leggi Guida agli oli essenziali.

 

Come realizzare uno spray repellente per zanzare

 

Vediamo allora come creare uno spray antizanzare naturale fatto in casa.
In un flacone spray da 100 ml perfettamente pulito versiamo, servendoci di un piccolo imbuto, 20 ml di alcool alimentare. Disperdiamo al suo interno circa 60 gocce totali di olio essenziale. Una miscela valida, profumatissima e rinfrescante potrebbe comprendere, ad esempio:

  • 30 gocce di olio essenziale di citronella
  • 20 gocce di olio essenziale di melissa
  • 10 gocce di olio essenziale di menta

Agitiamo leggermente il flacone per miscelare gli ingredienti e aggiungiamo a questo punto circa 70 ml di acqua demineralizzata (oppure una miscela di acqua demineralizzata e idrolato di geranio). Chiudiamo il flacone e agitiamolo con cura. Il prodotto si conserverà a lungo grazie alla presenza di alcool e oli essenziali. Teniamolo però lontano da fonti di calore.

Per solubilizzare meglio gli oli essenziali, rendere meno disidratante l’effetto dell’alcool sull’epidermide e fissare maggiormente le essenze sulla nostra pelle è possibile aggiungere alla soluzione circa 5 ml di glicerina vegetale. È importante ricordare che il flacone deve essere agitato prima di ogni utilizzo e che l’applicazione deve essere ripetuta ogni due ore circa per via della volatilità degli oli essenziali. Si consiglia inoltre di utilizzare un flacone di vetro preferibilmente scuro capace di conservare il prodotto al meglio. Il vetro è inoltre riciclabile quasi in eterno!

 

 

Cibo e zanzare

 

Moltissimi studi hanno dimostrato che tra i diversi fattori che ci rendono più o meno apprezzati dalle zanzare c’è l’odore della nostra pelle. Non sappiamo con precisione quali odori preferiscano e quali detestino questi insetti, ma sappiamo che alcune scelte alimentari possono giocare un ruolo importante rendendoci più o meno “appetibili”. Nell’articolo Zanzare: se le conosci le eviti abbiamo visto per esempio che, per via della temperatura corporea più elevata e probabilmente per via dell’etanolo che modifica il nostro odore cutaneo, i consumatori di alcolici hanno maggiori probabilità di essere attaccati.

Alcune scelte alimentari, inoltre, possono influenzare il nostro destino permettendoci di non diventare il banchetto serale di queste piccole creature volanti. La domanda è: cosa mangiare per non farsi pungere dalle zanzare? Gli studi in merito sono tanti e spesso contrastanti, ma convergono tutti sulla selezione di particolari alimenti in grado di modificare il nostro odore rendendolo sgradevole per le zanzare. Il primo fra tutti è il pompelmo: il suo contenuto di nootkatone, un elemento naturale dal potere insetticida, ci aiuta a tenere lontane le zanzare. Allora, via libera a spremute rinfrescanti!

Un altro alimento molto valido è l’aglio. L’allicina, il principio attivo in esso contenuto, rende il nostro sudore repellente per le zanzare. Allo stesso modo agisce la cipolla. E se con aglio e cipolla non abbiamo troppa affinità, possiamo impreziosire i nostri piatti estivi con le erbe aromatiche. Le zanzare non amano molto il loro profumo. Sfruttiamo quindi le loro capacità repellenti e aggiungiamo menta, basilico, melissa e lavanda ai nostri cibi. Possiamo assumere le stesse erbe aromatiche sotto forma di infuso freddo per rinfrescarci durante i caldi mesi estivi. Tra le spezie repellenti compaiono inoltre il pepe nero, la curcuma e la paprika. In linea di massima, moltissimi studi affermano che sono in particolare gli alimenti ricchi di vitamina B e C ad essere particolarmente efficaci nella lotta alle zanzare.

Evitiamo allora gli alimenti ricchi di colesterolo e zucchero e proviamo ad integrare la nostra alimentazione con cibi repellenti per zanzare ma tanto gustosi per noi.

 

 

Omeopatia e zanzare

 

Ad aiutarci a prevenire le punture di zanzare compare anche un medicinale omeopatico: il Ledum Palustre. Usato da tempo come valido rimedio omeopatico contro le zanzare, il Ledum Palustre agisce alterando la composizione chimica del sudore e alleviando i fastidi causati dalle punture, come gonfiore e prurito. Lo stesso rimedio trova impiego anche nella cura di infiammazioni articolari, artriti, stasi venosa, comparsa di capillari, pesantezza agli arti inferiori.

Tuttavia, essendo un rimedio omeopatico, deve essere assunto in maniera preventiva a partire dal mese di maggio e per tutta l’estate. Va inoltre ricordato che alcuni cibi abbassano l’efficacia dei medicinali omeopatici. Tra questi il caffè, la menta, lo zenzero, la liquirizia, il tè e il cacao in quanto vasocostrittori. Prima di avvicinarsi alla medicina omeopatica è infatti bene consultare una professionista del settore per comprendere bene le modalità di assunzione dei medicinali.