Cosa serve per produrre e conservare i cosmetici fatti in casa?

 

Creme, lozioni, sieri… sono infinite le tipologie di cosmetici naturali che è possibile formulare e produrre in casa. Sicuri, ricchi di principi attivi utili e adatti alle diverse esigenze, i cosmetici home made costituiscono una scelta che, una volta abbracciata, risulta difficile da abbandonare.

Il vantaggio è nella personalizzazione delle formule e nella versatilità degli ingredienti utilizzati che ci permettono di creare, infinite volte, ciò di cui abbiamo realmente bisogno. Scopriamo quali sono gli strumenti utili alla preparazione e alla corretta conservazione dei cosmetici fai da te e, qualora possibile, come sostituirli.

 

"

 

Gli strumenti per la produzione dei cosmetici

 

Becher  Questi utilissimi contenitori di vetro graduati accolgono gli ingredienti che vengono miscelati insieme a freddo o a caldo. Quelli in pyrex sono resistenti al calore e garantiscono una tenuta ottimale se utilizzati a bagnomaria per le preparazioni fluide o liquide. Ne esistono di varie dimensioni, per l’uso casalingo sono ideali quelli da 250 ml. Nel caso di particolari preparazioni, come gli oleoliti, si rivelano utilissimi i becher da 400 ml.

Bacchetta in vetro Si tratta di una bacchetta cilindrica usata per miscelare gli ingredienti contenuti nel becher. Le bacchette sono lunghe circa 20 centimetri, hanno un diametro di circa 5mm e sono resistenti al calore. In caso di preparazioni molto dense, per evitarne la rottura, possono essere sostituite con dei bastoncini di legno. In quest’ultimo caso è possibile riciclare le comuni bacchette usate nella cucina cinese, a patto che siano nuove.

Pentolino per bagnomaria – Un pentolino riciclato adatto al solo utilizzo cosmetico permette di accogliere i becher contenenti gli ingredienti da scaldare a bagnomaria.

 

"/

 

Bilancia elettronica e bilancino di precisione Entrambi gli strumenti consentono di pesare con precisione la quantità dei singoli ingredienti. Il bilancino di precisione permette di pesare con esattezza le polveri e gli attivi cosmetici che vengono impiegati generalmente in piccole quantità.

Pipette contagocce e siringhe Entrambe consentono di misurare piccole quantità di liquidi e di travasarli in confezioni o flaconi dall’imboccatura stretta.

Ciotole di vetro o ceramica e ciotoline riciclate di plastica – Le prime permettono di miscelare in maniera uniforme particolari ingredienti come le polveri prima di essere aggiunte ad una preparazione, di lavorare a freddo determinate sostanze o di pesare discrete quantità di ingredienti sulla bilancia elettronica. Le ciotoline riciclate di plastica (sono perfette quelle dello yogurt) consentono di mescolare o lavorare piccole quantità di ingredienti e di pesarli sul bilancino di precisione.

 

"

 

Imbuti medi e piccoli – Utilissimi per travasare i liquidi da un contenitore all’altro, ne esistono di diverse misure. Quelli più piccoli sono indispensabili per versare i liquidi nelle confezioni che accoglieranno le preparazioni finite, in particolar modo nei flaconi dall’imboccatura stretta.

Garze o carte da filtro – Vengono utilizzate per filtrare alla perfezione le preparazioni liquide. Possono essere sostituite con della comune carta assorbente, dei panni puliti di colone o dei calzini di nailon nuovi.

Mortaio Permette di pestare alcune erbe per renderle più sottili e facilmente utilizzabili. Ne esistono di diversi materiali. Tra questi sono da preferire i mortai in ceramica, vetro o marmo che, a differenza di quelli di ottone, non interagiscono con particolari sostanze.

Fruste d’acciaio e frullatore a immersione Entrambi sono indispensabili per la miscelazione degli ingredienti al fine di creare un’emulsione stabile. Le fruste di acciaio permettono di disperdere uniformemente alcune polveri nei liquidi in maniera veloce, di miscelare ingredienti come oli e burri fusi o di creare creme dalla texture leggera formulate con degli emulsionanti. Il frullatore a immersione è invece indispensabile nella gelificazione, nella creazione dei saponi naturali e nella formulazione di creme di diverse densità. È consigliabile optare per un frullatore a immersione con il piede stondato e in acciaio, più pratico da utilizzare e da lavare e sterilizzabile su fiamma.

Spatole in silicone Forniscono un grande aiuto durante il mescolamento di grandi quantità di ingredienti o nel travaso di una preparazione dal becher alla confezione finale e sono resistenti al calore. Sono da preferire le spatole dalla struttura a pezzo unico che a differenza di quelle con testa e manico separabili sono più comode da utilizzare e più semplici da pulire.

 

"

 

Gli strumenti per la conservazione dei cosmetici fatti in casa

 

Barattolini di vetro Possono essere riciclati a patto che siano stati precedentemente lavati, sterilizzati per qualche minuto in acqua bollente e asciugati con cura. È possibile sostituirli con i barattolini di plastica ma è bene ricordare che questi ultimi non sono sterilizzabili, assorbono gli odori e possono degradarsi a contatto con determinati ingredienti come gli oli essenziali o determinati conservanti. Per l’uso casalingo, sono perfetti quelli da 50, 100 o 200 ml. Sono ideali per:

  • Creme di media densità
  • Creme pastose e burri
  • Polveri

Flaconi spray I flaconi spray di vetro possono essere riciclati seguendo il procedimento descritto sopra. Le parti in plastica che non possono essere sterilizzate devono essere accuratamente lavate e asciugate prima di un nuovo utilizzo. Possono essere sostituiti con i flaconi di plastica a patto che si presti attenzione a quanto detto per i barattolini di plastica. Sono ideali per:

  • Lozioni come i tonici per il viso
  • Oli o miscele di oli
  • Deodoranti liquidi
  • Creme fluidissime

Flaconi con tappo a vite I flaconi da 50 o 100 ml possono essere usati in sostituzione di quelli spray per le preparazioni che possono essere applicate con dei batuffoli di cotone. I flaconi più grandi, della capienza di circa 200 ml o più possono accogliere preparati come estratti di erbe o oleoliti. Per quanto riguarda il materiale, vale il discorso fatto per i barattolini di vetro. Sono ideali per:

  • Preparazioni liquide
  • Tonici e lozioni
  • Collutori
  • Detergenti liquidi come doccia schiuma o shampoo (in questo caso è consigliabile riciclare un flacone di plastica della misura adatta al prodotto)

Flaconcini con contagocce Della capienza di 10, 30, 50 o 100 ml, questi contenitori accolgono le preparazioni liquide o molto fluide che devono essere utilizzate o applicate in piccole quantità. Sono generalmente di vetro scuro e risultano ideali per:

  • Sieri per il viso
  • Miscele di oli e oli essenziali
  • Profumi naturali

Flaconcini roll-on Della capienza di 5 o 10 ml, accolgono preparazioni liquide o fluidissime che devono essere applicate su piccole aree di pelle o in esigue quantità. Sono quindi ideali per:

  • Profumi naturali
  • Miscele di oli essenziali
  • Oli per il viso
  • Gel leggeri
  • Preparazioni come dopopuntura

 

"

 

È possibile acquistare buona parte degli strumenti utili alla preparazione dei cosmetici home made negli esercizi che vendono vetreria da laboratorio o online. Per quanto riguarda la scelta dei contenitori per la conservazione dei preparati, si consiglia di optare per confezioni in vetro ambrato o scuro in grado di proteggere i cosmetici naturali dalla luce e, di conseguenza, da un veloce deterioramento. Creme e lozioni fatte in casa contengono infatti meno conservanti rispetto ai prodotti presenti sul mercato ed è quindi importantissimo proteggerle al meglio.

Tuttavia, se si è in possesso di barattolini e flaconi riciclabili, questi possono essere utilizzati previa un’accurata pulizia e asciugatura. È inoltre importante tenere a mente che la plastica assorbe gli odori delle materie prime utilizzate. Sebbene i contenitori appena citati per la conservazione dei prodotti siano perfetti per la maggior parte dei cosmetici naturali, è bene sapere che in commercio esistono ad oggi moltissimi altri contenitori che si adattano a particolari esigenze e che possono essere acquistati nei siti online che si occupano di cosmesi naturale.